Teseo è l’archetipo di colui che punta all’obiettivo muovendosi in un ambiente sconosciuto, attraverso un dedalo che minaccia di perderlo ad ogni passo. Il Minotauro, la cui eliminazione è l’obiettivo dell’eroeè anche la più grande minaccia per Teseo.

L’odierno Labirinto del Lavoro in cui ognuno di noi è Teseo, è la miriade di annunci, colloqui conoscitivi, invii di curriculum, mail e telefonate in cui potremmo perderci senza mai raggiungere il Minotauro che rappresenta il Posto di Lavoro desiderato e sembra sfuggirci costantemente, apparendo dietro un angolo per poi scomparire dietro l’altro.

Nel mito greco, grazie all’aiuto di Arianna, l’Eroe riesce a non perdersi nel Labirinto usando una matassa di filo che gli permette di ritrovare i suoi passi ed uccidere poi il Minotauro con una spada avvelenata.

L’analogia odierna del “filo d’Arianna” è il processo di autoanalisi delle proprie esperienze e conoscenze, passaggio fondamentale per avere coscienza di ciò che possiamo offrire ad una nuova azienda. Questa guida ci permetterà di mappare letteralmente le offerte di lavoro e non disperdere le nostre forze ed il nostro tempo inviando candidature a caso nella speranza che una di queste vada a segno; al contrario ci permetterà di inviare più candidature, tutte o quasi perfettamente allineate ed aumentate le possibilità di un riscontro positivo. Indirizzeremo così Energie, Tempo e Risorse senza perderci nel Labirinto.

Quando Teseo si trovò finalmente faccia a faccia con il Minotauro, sarebbe stato certamente divorato nonostante le sue precedenti imprese se non fosse stato equipaggiato per sconfiggerlo, fu la sua sua abilità nel maneggiare la spada, intrisa di uno speciale veleno creato per abbattere il suo avversario che gli permise di avere la meglio.

Superare il Labirinto del lavoro attraverso “il filo” dell’autoanalisi delle nostre esperienze, forze e debolezze, mappando poi le opportunità di lavoro, permette di candidarsi ai migliori annunci PER NOI ed ottenere più colloqui. Una volta di fronte al nostro obiettivo però, dobbiamo essere equipaggiati per avere la meglio. Pensiamo a Teseo, davvero avrebbe vinto se si fosse limitato a dire al Minotauro: ” dai su, sono anni che affronto sfide, non hai sentito la mia storia?”. Ovviamente oggi non staremmo parlando di Teseo…

Il secondo dono di Arianna, la spada, permise invece a Teseo di uscire vincitore. Fu solo quello il segreto? Ovviamente no! La lama avvelenata fu ” il valore differenziale” che permise all’Eroe di avere la meglio. Dobbiamo trovare il nostro “valore differenziale”, quello che altri non possono offrire in combinazione con le nostre Forze e Skill ed Attitudini e di cui l’azienda ha bisogno.

Teseo vinse grazie ad un Mix di abilità in cui l’arma ricevuta da Arianna è stata sì determinante ma solo NELLE SUE mani, poiché le sue pregresse esperienze lo avevano preparato.

La preparazione al colloquio che include uno studio dell’azienda per cui sosteniamo l’incontro, la loro storia, la loro situazione attuale, la ricerca dei punti di contatto tra le Necessità di questi e le Soluzioni che noi potremmo apportare con la nostra esperienza, lì si trova l’arma segreta dei novelli Teseo una volta individuate le sfide corrette per loro grazie al “filo” dell’autoanalisi e mappatura delle offerte di lavoro

L’allegoria di questo breve articolo desidera stimolare ognuno di noi a pianificare la ricerca e selezione del posto di lavoro, a conoscersi meglio e capire in cosa eccelliamo rispetto ad altri, trovando l’opportunità migliore per ognuno di Noi. Sappiamo tutti come il Labirinto del Lavoro possa essere arduo, come ci si senta spesso soli ed abbattuti, a volte rabbiosi e spesso frustrati. Nessuno può cambiare la realtà, possiamo solo lavorare su noi stessi, avendo Fede in noi stessi e preparaci al meglio.

Diventa Teseo.